ACUFENI

Gli Acufeni, comunemente definiti come “fischio nell’orecchio”, possono essere descritti come la sensazione di sentire dei suoni nelle orecchie. Gli acufeni, in realtà non sono suoni provenienti dall’esterno e possono essere percepiti soltanto dalla persona che ne soffre.

Molti studi hanno focalizzato la relazione tra acufene e sordità, individuando in quest’ultima la causa principale. Un’accurata valutazione diagnostica ci permette di inquadrare esattamente la natura dell’acufene, proponendo al paziente questionari e procedendo a una serie di test audiometrici.  Al termine dell’indagine si è in grado di procedere con la migliore soluzione terapeutica che comprende

Non è raro che le persone ipoacusiche soffrano anche di acufene, che viene spesso avvertito sul range di frequenze in cui la persona ha perduto sensibilità. Infatti, indossando gli apparecchi acustici il paziente prova una sensazione di sollievo, in quanto il suono amplificato “copre” quello dell’acufene.

Notch therapy

Si tratta di un metodo sperimentato e scientificamente testato, efficace soprattutto per i pazienti affetti da tinnitus tonale – la tipologia di acufene più comune. A differenza delle terapie sonora statica e con onde oceaniche, che introducono appunto una terapia sonora addizionale, la Notch Therapy tratta il vostro acufene in modo impercettibile e discreto. Dovrete semplicemente indossare i vostri apparecchi acustici – come fareste normalmente – e la terapia ridurrà il fastidio dell’acufene in poche settimane o mesi.
Un potenziale sollievo permanente.
La Notch Therapy offre la possibilità di migliorare la percezione del tinnito relegando permanentemente l’acufene in secondo piano, viene ridotto l’eccesso di stimolazione ed il cervello “impara” a non sentire più il tinnitus, rendendo quindi la vita senza acufene una vera e propria possibilità.

Studio effettuato:

Laser terapia per Acufeni

La Laser Terapia a basso livello energetico (Low Level Laser Therapy, LLLT) consiste nell’emissione di un quanto calibrato di energia luminosa, compressa nello spettro rosso del visibile. Tale fascio di luce possiede la capacità di stimolare selettivamente la membrana delle cellule, facilitando la produzione di energia da parte delle cellule stesse, sotto forma di una particolare molecola (ATP). L’ATP è alla base dei principali processi metabolici del nostro organismo; un aumento di ATP si traduce pertanto in una maggiore capacità di sviluppare ossigeno e dar vita a processi fisiologici di riparazione e guarigione di tutti i tessuti.

La Laser Terapia a basso livello energetico è stata infatti impiegata con successo nel trattamento di patologie di tipo infettivo, ischemico (da difetto di irrorazione sanguigna), ipossico (da difetto di ossigenazione) ed infiammatorio. La letteratura scientifica riferisce evidenze sperimentali e cliniche dei molti benefici ottenibili con l’utilizzo di questa particolare forma di Laser Terapia:

  • Accelerazione del processo di cicatrizzazione
  • Ripristino della funzione neuronale dopo lesione o trauma di un nervo
  • Stimolazione della liberazione di endorfine (i mediatori del ‘buon umore’)
  • Stimolazione del sistema immunitario
  • Aumento del flusso di sangue nei tessuti danneggiati
  • Riduzione della contrattura dei muscoli
  • Riduzione dell’infiammazione delle mucose

La biostimolazione sulle cellule bersaglio della Laser Terapia a basso livello energetico:

  • Non ha effetti collaterali e non interferisce con altre terapie farmacologiche
  • È totalmente priva di fastidio e/o dolore
  • È certificata secondo la direttiva CE 422/93

Orario: Lun – Ven 9:00 – 13:00 /15.30 – 19:00  Sab 09:00 – 13:00

Prenota la tua visita gratuita

Prenota la tua visita gratuita

Privacy Policy Cookie Policy